ELABORAZIONE DATI CONTABILITÀ

Lo Studio opera direttamente a contatto di imprese individuali, di professionisti e di società e vanta una consolidata e comprovata esperienza per esigenze di tipo contabile, fiscale ed amministrativo. Grazie all’utilizzo dei più avanzati strumenti informatici e ad un organico completo, frutto dell’accurata selezione e formazione dei collaboratori, è in grado di fornire servizi di alta qualità.

 

Contabilità ordinaria

 Al regime di contabilità ordinaria appartengono sempre, a prescindere da ogni altra considerazione, le società di capitali (società per azioni, società a responsabilità limitata, società in accomandita per azioni, società cooperative). Le società di persone (società in accomandita semplice, società in nome collettivo) e le imprese individuali possono appartenere al regime ordinario o a quello semplificato a seconda dell’ammontare dei loro ricavi. Il regime ordinario si applica nei casi di società di persone e di imprese individuali che, nell’anno solare precedente hanno conseguito ricavi pari o superiori a:

  • 400.000 euro per le imprese aventi per oggetto la prestazione di servizi;
  • 700.000 euro per le imprese che hanno per oggetto attività diverse dalla prestazione di servizi.

I contribuenti in contabilità ordinaria hanno l’obbligo di tenere i seguenti registri:

  • i registri IVA:
  • il registro dei beni ammortizzabili;
  • il libro giornale;
  • il libro degli inventari;
  • il libro mastro.

 

Contabilità semplificata

Le imprese in contabilità semplificata devono tenere:

  • i registri IVA:
  • il registro dei beni ammortizzabili (per le imprese in semplificata tale registro può essere omesso se le relative annotazioni sono effettuate sul registro IVA acquisti).

Le imprese che presentano i requisiti per il regime semplificato possono comunque optare per il regime ordinario.

Per i liberi professionisti il regime naturale è considerato quello semplificato a prescindere dall’ammontare dei loro ricavi; sussiste comunque la possibilità di optare per il regime ordinario.
Il professionista in contabilità semplificata deve tenere:

  • i registri IVA;
  • il registro incassi e pagamenti.

Quest’ultimo registro deve essere tenuto per procedere alla determinazione del reddito. Esso può essere omesso se, sui registri IVA sono annotati, in apposite sezioni, le operazioni non soggette ad IVA rilevanti ai fini della determinazione del reddito. Inoltre è necessario annotare, a fine esercizio, l’ammontare globale delle somme non incassate e di quelle non pagate.
I professionisti in contabilità ordinaria devono tenere, oltre ai registri IVA, anche il registro cronologico dei componenti di reddito e dei relativi movimenti finanziari.